SHINHANGA: Arte e Cultura Giapponese

Care studentesse della Residenza Giovanna D’Arco, per chi di voi studia o semplicemente ama l’arte e la cultura giapponese, Torino ha in serbo per voi un evento imperdibile: la mostra “SHINHANGA”. Questa esposizione vi porterà a scoprire un affascinante movimento artistico giapponese che ha saputo combinare tradizione e innovazione in modo straordinario. Vi invito a leggere attentamente per scoprire tutti i dettagli di questa incredibile opportunità.

 

L’evoluzione delle stampe giapponesi nel XX secolo

Shinhanga, che in giapponese significa “nuove stampe”, è un movimento artistico nato nei primi decenni del XX secolo. Durante questo periodo, gli artisti giapponesi hanno iniziato a esplorare nuove tecniche e stili, pur mantenendo un forte legame con la tradizione delle stampe ukiyo-e, famose per le loro rappresentazioni della vita quotidiana, della natura e delle bellezze femminili. Il risultato è stato un’arte che combina la delicatezza e la precisione delle tecniche tradizionali con una sensibilità moderna e un’influenza occidentale.

Scopri la bellezza e la serenità delle stampe giapponesi a torino

Non perdete questa straordinaria opportunità di esplorare il mondo del Shinhanga e di approfondire la vostra conoscenza dell’arte giapponese. Preparatevi a un viaggio attraverso la bellezza e la serenità di queste stampe uniche e lasciatevi ispirare dalle storie e dalle emozioni che racchiudono. In particolare potrete ammirare i capolavori di Kawase Hasui, noto per i suoi paesaggi incantevoli e dettagliati, che catturano la bellezza serena del Giappone rurale e urbano; e Hashiguchi Goyo, celebre per i suoi ritratti di donne, che combinano una straordinaria attenzione ai dettagli con una delicatezza e una grazia senza pari.

 

Dove e quando?

La mostra, che sarà ospitata presso il Palazzo Barolo di Torino dal 1 al 30 giugno, con orari di apertura che vanno dalle 10:00 alle 18:00 dal martedì alla domenica; vi offrirà una panoramica completa del movimento Shinhanga. I biglietti possono essere acquistati online sul sito della mostra o direttamente presso la biglietteria del museo. È consigliabile prenotare in anticipo, soprattutto per partecipare ai workshop e alle conferenze, poiché i posti sono limitati.